Dio, Uno e Trino, ‘Grazia, Amore e Comunione’!

 

SANTISSIMA TRINITÀ 16 giugno 2019
LA GRAZIA DEL SIGNORE NOSTRO GESÙ CRISTO, L’AMORE DI DIO PADRE

E LA COMUNIONE DELLO SPIRITO SANTO SIA CON VOI

di don Vincenzo Carnevale

Dio, Uno e Trino, ‘Grazia, Amore e Comunione’, Comunità di amore che crea, redime e salva, santifica e fa conoscere, per mezzo del Suo Santo Spirito, tutta intera la Verità sul Suo disegno di amore e di salvezza, compiuto nel Figlio Suo Gesù Cristo, morto e risorto per noi.

Noi, battezzati nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo, siamo stati resi partecipi della vita di Dio, Trinità di amore e comunione, oggi e sempre, guidati e animati dalla Parola di vita, celebriamo, contempliamo eadoriamo il Mistero della Santissima Trinità e gloria infinita cantiamo a Dio Padre, in comunione con il Figlio Suo, Gesù Cristo, che ci ha redenti e salvati, e con il Suo Santo Spirito, per mezzo del Quale, il Suo amore è stato riversato ed arde nei nostri cuori.

Noi, fatti a Immagine e Somiglianza di Dio, Uno e Trino, nel dono del

Battesimo, confermato nella Cresima, siamo inseriti nel Mistero Trinitario che è vita di grazia e di comunione: Comunità di amore che fa crescere nella Fede e rafforza in noi la Speranza.

Gesù ha rivelato e fatto conoscere e testimoniato la comunione con Dio Padre e il Suo Santo Spirito.

page1image12224

La Colletta alternativa, si ispira ai messaggi delle tre Letture e li compendia in preghiera di lode e diringraziamento: ‘Ti glorifichi, o Dio, la Tua Chiesa, contemplando il Mistero della Tua sapienza con la quale hai creato e ordinato il mondo; Tu che nel Figlio ci hai riconciliati e nello Spirito ci hai santificati, fai che, nella pazienza e nella speranza, possiamo giungere alla piena conoscenza di Te che sei Amore, Verità e Vita’.

Per questo ‘Sia benedetto Dio Padre e l’Unigenito Figlio di Dio e lo Spirito Santo perché grande è il Suo amore per noi’(Antifona d’ingresso) e ‘con il Tuo Figlio e con lo Spirito Santo, sei un solo Dio, un solo Signore, non nell’unità di unasola Persona, ma nella Trinità di una sola Sostanza’. E nel proclamare Te Dio vero ed eterno, noi adoriamo la Trinità delle Persone, l’Unità della Natura, l’Uguaglianza nella Maestà Divina, ‘per questo Ti rendiamo grazie, o Santa Trinità (Prefazio).

La Celebrazione del Mistero della Trinità Santissima, però, non deve ridursi ad una mera esposizione filosofica e discussione teologica di questa verità di fede, ma deve aprirci ad un abbandono fiducioso alloSpirito Santo, che ci guiderà alla comprensione della ‘Verità tutta intera’, non attraverso definizioni dogmatiche e teologiche, ma attraverso la contemplazione del Mistero, al

quale, adoranti, ci accostiamo, attraverso la luce della Parola di Dio che risuona nella Liturgia.

La Sapienza di Dio vuole coinvolgere ciascuno di noi e tutti noi, a prenderci cura e la responsabilità di ristabilire l’armonia del creato, di cui lei è ‘Architetto e Artefice’, gioia e delizia diDio Creatore e di tutti i ‘figli dell’uomo’, ai quali sonoaffidate, in dono e responsabilità, ‘le Opere delle Sue mani’(prima Lettura e Salmo).

Nella Seconda Lettura ci viene descritto la disgrazia del peccato che ci separa da Dio e, nel contempo, ci viene offerta la grazia della salvezza del Figlio che ci riscatta e ci apre alla giustizia del Padre, rendendoci giusti mediante il Suo sacrificio e il dono dello Spirito: il Figlio e lo Spirito ci riportano al Padre ogni giorno della nostra vita, così la Trinità‘irrompe per amore’ nella nostra vita quotidiana e ordinariarendendola eterna e straordinaria.

Lo Spirito del Figlio ci rende fratelli, ci fa partecipi della stessa vita del Padre, ci introduce e ci conduce a tutta la verità intera su e di Dio e, come Chiesa, ci fa essere nel mondo immagine della Trinità, segno della Comunione, Verità e Salvezza di Dio, Uno e Trino.

page1image39056

Fai clic qui per la meditazione integrale dell’Omelia

santissima trinità 16 giugno 2019

Comments are closed.